Recensione “L’impronta di un tiranno fragile”.


Prezzo: € 12,80
Genere: Narrativa
Collana: Kimera
Anno: 2014
Pagine: 140
Autore: Cecilia Piras 

Premetto

Con grande maestria che Cecilia Piras accompagna per mano il lettore attraverso il sentiero che giungerà alla risoluzione di un giallo tanto complicato quanto coinvolgente e affascinante. Delle strane email con contorti messaggi impiglieranno il detective protagonista in un’indagine che sembra non aver fine e di cui non riesce in alcun modo a venire a capo. Perderà la fiducia dei suoi superiori, si addosserà l’ansia e le preoccupazioni della madre, smarrirà quasi la razionalità che l’ha sempre caratterizzato: mai nella sua carriera si era trovato ad affrontare un caso simile.

 

RECENSIONE
Una storia particolare, un giallo diverso dal solito, ma anche un noir che ripercorre temi originali odierni.

L’autrice cattura il lettore fino alla fine della storia con un titolo che attira per il suo fascino.

La copertina  ha uno stile gotico e thriller.

Ma la scrittrice usa un tono pacato in prima persona per far apparire il protagonista detective un tipo riflessivo e meno dinamico.

Comunque sia il tutto rende questo romanzo diverso dagli altri libri  e anche l’inventiva dell’autrice su una vicenda reale e per certi versi quasi surreale colpisce nel profondo. Anche la leggenda che fa da cornice intorno alla storia è molto ben delineata dal punto di vista fantastico, ma anche simbolico-poetico per lo stato d’animo del personaggio creato.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...